lunedì 23 aprile 2018

Back from the abduction*

The truth is in here
<Voce di Roberto Giacobbo di Voyager>
Mi hanno rapito gli alieni?

Nessuna e nessuno si sono inculati questo blog nel frattempo?

Probabilmente la risposta è "sì" ad entrambe le domande.
</voce di Roberto Giacobbo di Voyager>

B)


La risposta alla seconda sarebbe facile consultando Google Analytics... beh, pensavo peggio! Riuscire ad arrivare secondi in una gara fra perdenti dove si è in gara contro se stessi non è comunque male.


A)


La risposta alla prima è "mi sa di sì"!
Non tanto perché non ho scritto molto su questo blog - ho avuto anche altri cazzi per la testa, ma non nel senso che ho avuto rapporti sessuali orali omoerotici (figuriamoci...).
Non tanto per quello, quanto perché ci sono diverse cose che non tornano - o che tornano troppo bene.

Sigla di X-Files, in sottofondo, nel frattempo, sivuplé.

La prima è che la psichiatra tanto carina è venuta a sapere di Raffaela e del fatto che al day hospital  siamo "diventati amici". Quindi vuol dire che era vero quello che gli altri dicevano: ci stavano spiando!!! TUTTI! ( ;) )

Questo potrebbe essere un modo per lasciare a Raffaela quel biglietto del bus con su il numero di telefono, che le avrei lasciato se l'avessi incontrata un'ultima volta. Sì, ha già il ragazzo ma io mica ci voglio finire a letto.

O, meglio, ci voglio finire a letto mezzo nudo senza farci assolutamente niente. Non ci credete? Non mi conoscete abbastanza. E voi, signorine che dubitate, non siete mai state a letto con me.

Da un lato, sono il tipo che è capace di andare avanti tutta la notte fino allo sfinimento (della partner - e qui qualche signorina potrebbe alzare la mano).

Dall'altro, sono il tipo che è capace di stare ad ammirare estasiato tutta la notte la ragazza che gli dorme accanto, con gli occhi sgranati, poi lei la mattina dopo si sveglia e dice "Tu non hai dormito e hai passato tutta la notte a guardarmi, vero?" "Già..." "Me ne sono accorta..."
E qui, purtroppo, la signorina che potrebbe confermare non leggerà mai. O magari leggerà per vie traverse, chi sa!

("Oh, oh! Leggi! Sta ancora scrivendo di te dopo quasi quattro anni! Ma che cazzo gli hai fatto?"
"Che cazzo NON mi ha fatto, piuttosto... vabbeh... tu, invece, l'hai messo il tracking pixel?")

A proposito di tracciamenti, fra l'altro, e sempre in risposta alla prima domanda "Mi hanno rapito gli alieni?", mi sa che mi hanno inserito uno di quei dispositivi per vedere le risposte dell'organismo a stimoli mandati a distanza e che non trovano spiegazione nella medicina ufficiale.

<Voce di Fox Mulder di X-Files quando fa i resoconti da solo a fine puntata ogni tanto>
Mi sa anche che me l'hanno infilato per via uretrale, fra l'altro. È questa la conclusione cui sono giunto per l'altalenanza degli episodi di enuresi e incontinenza. Oggi penso di essere arrivato a cinquanta. Ho perso il conto.

E, poi, c'è anche qualcos'altro che non torna - o, guardandola dal lato opposto, che torna fin troppo bene.

Sono ormai 12 anni che cerco di curare i miei disturbi psichici tramite psicanalisi, psicologia, psicofarmaci, cliniche psichiatriche... niente da fare. La medicina ufficiale non risponde.

Il mio stesso corpo non risponde.

Venerdì ho passato sette ore in preda ad incontinenza, enuresi, incapacità di reggermi in piedi, sonno, desiderio di alzarmi e far qualcosa ma non averne le forze, desiderio di morire, desiderio di fare sesso, desiderio di fare l'amore, desiderio di un contatto umano pelle contro pelle, desiderio di non esistere, """invidia""" per quelle ragazze che hanno i sintomi dissociativi che le portano allo svenimento e all'incoscienza, mentre io ero lì, nel letto, con le imposte socchiuse, cosciente di quello che stava succedendo, come fossimo stati in tre:

  • il mio corpo;
  • la mia mente nello stato più animalesco del termine;
  • la mia mente razionale che riprendeva e analizzava il tutto, senza trarne conforto.

Un medico trae forse conforto dall'analisi del proprio paziente osservandolo di là da un vetro? No.

Il paziente trae forse conforto dal sapere (o anche NON sapere) di essere analizzato dal proprio medico che lo osserva (o NON lo osserva) di là da un vetro? No.

In entrambi i casi, NO.

A proposito di medici, neanche loro sembrano più sapere come prendermi. E sono in 3: lo zio Bepi, la psichiatra tanto carina e la psichiatra che era coadiuvata inizialmente dalla psichiatra tanto carina.

Il trattamento farmacologico è ambiguo: leggero aumento di antidepressivi che, a distanza di settimane, non sembra aver sortito alcun effetto sull'oscillazione d'umore, di sintomi, di pesantezza del vivere o del non voler vivere.

Anzi, a dire il vero, ora i medici sono 4: sì, perché è stato esplicitamente chiesto a me di farmi un'idea sull'inserimento nella terapia di un ulteriore farmaco. Sono laureato, ho una passione per la medicina supportata da evidenze scientifiche ma non sono un medico né uno psichiatra.

Eppure... eppure è stato chiesto parere a me di informarmi sull'abilify e sui suoi effetti. Ho letto che non è ben noto secondo quale principio, funzionamento biochimico l'abilify funzioni. Come se sapessero che fa un qualcosa alle cellule del cervello, che aiuta nei casi di schizofrenia, psicosi e disturbi bipolari di tipo I, quindi con una prevalenza della mania sulla depressione.
Quindi gli psichiatri - generaliter - lo danno.

Il fatto è che i miei episodi maniacali durano all'incirca un quarto d'ora, mentre, secondo i testi di riferimento, dovrebbe durare almeno una settimana.

</Voce di Fox Mulder di X-Files quando fa i resoconti da solo a fine puntata ogni tanto>


Sarebbe bellissimo se la fase maniacale durasse almeno una settimana. Sarebbe bellissimo.

Così non è.


* In ufologia, il termine "abduction" indica il rapimento di una persona da parte di alieni, solitamente per condurvi esperimenti o per impiantarvi microapparecchiature di controllo

Nessun commento:

Ricerca affannosamente nel blog mentre ti sale l'ansia

I miei tic verbali - Ricevi gli aggiornamenti via email

Le ossessioni più frequenti

metatestualismi enuresi psicofarmaci disoccupazione sintomi dissociativi inutilità psichiatra tanto carina sonno regressivo blog day hospital suicidio nausea amore insonnia mise en abyme schifo voglia di morire attesa della morte fare l'amore giramenti di testa massaggio patello sesso sigaretta elettronica psicologa MILF birra disturbo ossessivo-compulsivo merda piangere Brianza avvelenamento mentale casalinguo depressione hikikomori monza svenire terapia vescica neurologica ansia appetizioni compulsive dolori esaurimento lavoro lezioni musica paradosso ripetizioni spirale PUTTANATE astuzie della ragione ateismo bacio blogger coperta troppo corta delirio disorientamento fallimento febbre panico pizza rapporti sociali stack overflow Petrarca all-you-can-eat cinese autorità bergson cambiamenti di umore clinica psichiatrica doppio negativo facebook fissare nel vuoto g.g. allin le persone migliori litio nebbia negatività ovaie salcazzo scrittura seno serenotto sogno sorriso treni vita voglia di piangere vomito anatomia anatomia applicata annamaria franzoni backlink baretto bella ragazza brianzolaggine cadere cagare il cazzo cazzo dimagrire disturbi nella Forza emodialisi gavettone di piscio implosione incipitmorsnova invalido liceo lutto madre mi innamoro troppo facilmente morte nel cuore occasioni perse occhi occhi spenti orgasmo orizzonte degli eventi paura animalesca pensionati psicanalista pulizie recupero riso sensazione di febbre sensi di colpa sigarette sindrome dell'arto fantasma stare bene tempo-voglia testamento vecchietti vegetariano vivere in un incubo #creparegrazie Canova Final Destination Offspring Paolina Bonaparte addormentarsi per sempre alcol anima appendino attak attività fisica bellezza angelicata biotestamento bollette brutal truth buco nero bullismo cagarella cannibalismo cannone cantare cesso chimmesencula circuito elettrico cochi e renato colpa compressione correlativo oggettivo craving alimentare crolli culo dan lilker defunti depersonalizzazione derealizzazione discarica disconnessione dissimulare dolcezza donna con baffetti dormire durare elezioni emoscambio epitaffio fantozzi felicità fidanzato figa figabyte fregnacce geniale gola grattini harakiri il pranzo è servito ileopsoas impiccagione insalata kuolemanlaakso la discente cinquantenne lacrime agli occhi larva le casalingue mai abbastanza mamma anarchia mancanza mani menare le mani morire male mugolii nerd non aprite quella porta non c'è scelta obsolescenza programmata occhi chiusi odissea pannolino par condicio parcheggio pendolari percussioni piedi preservativi psicologia cognitivo-comportamentale ragazze resident evil ricordi sbiaditi s.o.d. sangue santi licheri sconosciute scrupoli seghe semiosi illimitata silenzio sistema nervoso siti di incontri slancio vitale società del controllo spam spiegazioni stormtroopers of death straight edge stupro subzero swinging from the noose tagliarsi le vene tenersi insieme the texas chainsaw massacre tirare a campare unes valpadana vecchiodimerda voce

Vuoi sconfortarti/mi? Ho sbagliato qualcosa? Aiuto!

Scrivimi via email cliccando qui! Aumenterai il numero delle variabili che devo tenere sotto controllo ma, magari, sarà un piacere!

Vuoi diventare mio/a mecenate?

Abbonati sul mio profilo Patreon cliccando qui! Le donazioni partono da 1 dollaro al mese